Valutazione primo triennio di attività

Polesella – Venerdì 21 ottobre 2011 alle ore 19.00 presso il Comune di Polesella, nella sala Agostiniani , c’è stata un’affluenza oltre alle aspettative all’incontro organizzato dall’ AVAS per festeggiare la conclusione del terzo anno di attività dell’Associazione.

Alla presenza del nuovo parroco di Polesella Don Umberto Rizzi, del Sindaco Ornella Astolfi, del presidente del CSV sig.. Vani Franceschi, con relatore Adriano Dott. Mazzetti, il Presidente Ettore Cassetta ha brevemente illustrato il bilancio sociale del primo triennio di attività, di cui ha depositato copia presso il Comune di Polesella , il CSV di Rovigo e che è consultabile pure nel sito http://avaspolesella.csvrovigo.it.

L’Associazione,  nata il 6 Ottobre 2008,  rivolge la propria attività alle persone che sono sole, in difficoltà a trovare aiuto, vuole sopperire alla carenza di servizi di trasporto specifici. E’ stata intitolata a Luigi Noventa, primo sindaco di Polesella dopo la Liberazione, attivamente impegnato per la ripresa economica del paese e per l’affermazione dei diritti di tutti i cittadini indipendentemente dalle idee, dalle risorse economiche, dalla posizione sociale.

Gli obiettivi a breve e medio termine prospettati sono stati ampliamente raggiunti, superando le aspettative:

  • Iscrizione alla Agenzia delle Entrate di Rovigo  avvenuta il 09-10-08, con attribuzione del codice fiscale n.93028890296 e attribuzione codice di attività trasporto disabili e anziani n. 493909.
  • Acquisto del mezzo di trasporto Fiat Nuovo Doblò 1.3 Multijet 16V 85Cv DYNAMIC, attrezzato con pedana di sollevamento a doppio braccio completamente automatica, con pedana telescopica e ancoraggio carrozzina con binari al pianale, 2 cinture anteriori statiche e 2 cinture posteriori con regolatore di tensione. cintura di sicurezza per disabile.
  • Iscrizione al registro regionale delle Organizzazione del Volontariato Onlus con la seguente classificazione: “ RO0073”,
  • Iscrizione nell’elenco delle Associazioni che hanno chiesto  il 5 x mille,
  • Creazione del sito Internet “http://avaspolesella.csvrovigo.it”, con il contributo del Centro Servizi del Volontariato di Rovigo,
  • Conquistato il marchio «Merita Fiducia»  codice attribuzione n.0015 per la trasparenza e la correttezza con cui opera, da come risulta dal bilancio sociale, da tutti consultabile,
  • Acquisto nuovo mezzo: ’“OPEL COMBO” 1600 eco metano, che consente di offrire agli utenti un servizio migliore, la spesa è stata sostenuta grazie all’impegno dei Soci e alla generosità delle molte persone che apprezzano il sevizio.

– –Servizio della nostra attività  dal 06 ottobre 2008  al 07 ottobre 2011

Ore di servizio erogato   10.418  
Giorni servizio effettuati (trasporto)      620
Numero trasporti effettuati    1.344
Numero di soggetti beneficiari  (fruitori)    1.848
km percorsi per il servizio effettuato 53.792

Presidi sanitari dove abbiamo operato

  • Poliambulatorio di Polesella (Rovigo)
  • Ospedale Civile di Adria (Rovigo)
  • Poliambulatorio di Arquà Polesine (RO)
  • Ospedale Civile di Trecenta (Rovigo)
  • Centro Attività Motorie (Rovigo)
  • Ospedale S. Giorgio (Ferrara)
  • Centro Medico (Rovigo)
  • Ospedale Abano Terme (Padova)
  • Casa di Cura Privata Città di (Rovigo)
  • Ospedale Malcesine (Verona)
  • Cittadella (Rovigo)
  • Ospedale Vigorzo di Budrio (Bologna)
  • Ospedale Civile di Rovigo
  • Ospedale Civile di Treviso
  • Casa di Cura S.M. Maddalena (RO)
  • Ospedale Civile di Mestre (Venezia)
  • Casa di riposo di Crespino (Rovigo)
  • Ospedale Civile di Padova
  • Corte Loredana Canaro (Rovigo)
  • Casa di cura Lido Venezia 

Obiettivi

Offrire a giovani e  adulti uno strumento semplice, concreto, efficace per aiutare persone in difficoltà. Il servizio A.V.A.S. infatti non richiede competenze specializzate, ma una preparazione di base e un’ attenzione rispettosa e corretta verso chi ha problemi. L’ impegno nell’ A.V.A.S. può costituire occasione di preparazione per altre forme di volontariato (nell’ A.V.A.S. o in altri gruppi).

Incrementare i nostri servizi di trasporto a strutture sanitarie, in paese, provincia  e in province limitrofe.

Disporre di una sede  in cui poter incontrare soci, utenti e simpatizzanti, per momenti di socializzazione e reciproco sostegno.

Partecipare alle diverse iniziative della vita della comunità per conoscere,  farsi conoscere e collaborare.

Aspettative  ???

Solidarietà e servizio alla persona

Favorire il coordinamento e la collaborazione con altre Associazioni esistenti sul territorio di Polesella, evitando sovrapposizioni e concorrenzialità.

Un primo passo potrebbe essere aprire uno sportello di comunicazione alla gente, gestito assieme.

Nei contatti quotidiani,  sono stati rilevati  alcuni servizi, azioni, attività, che possono essere svolti a  vantaggio delle persone anziane o con difficoltà, senza che sia necessaria una specializzazione.

Si tratta quindi di attività e servizi che molti possono fare e che rispondono ad esigenze semplici della vita:

  • – fare la spesa al supermercato con gli anziani o per loro,
  • portare le ricette in farmacia per la consegna dei medicinali,
  • – disbrigo pratiche presso strutture sanitarie,
  • – disbrigo pratiche presso uffici pubblici,
  • – piccoli interventi di manutenzione domestica ( lampadina, problemi  scarico, serratura porta, televisione  ecc.)

Sono servizi che aiutano le persone a stare bene e a vivere più serene.

MA:

Non possono essere svolte da poche persone , ma da più gruppi che si organizzano assieme e svolgono una di queste attività:

(spesa, farmacia,  lavori, pratiche) accanto al loro servizio  istituzionale.

Necessitano di un punto di ascolto efficiente che smisti i problemi e affidi le incombenze.

Per raggiungere questo obiettivo di solidarietà e di attenzione alle persone, proponiamo che si mettano assieme rappresentanti dei gruppi associativi presenti a Polesella e sensibili a questo problema, per stendere un piano di lavoro che sarà presentato alla prossima assemblea A.V.A.S. e a cui saranno invitate tutte le Associazioni presenti nel paese.

All’ incontro era presente anche il professore Adriano Romagnolo che  ha illustrato il progetto  di coprogettazione:“Invecchiamento attivo, attività intergenerazionale, solidarietà”

Ettore Cassetta

Questa voce è stata pubblicata in Generale, News & Eventi. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.